Espresso Macchiato – Il “Piccolo Nero” Con Schiuma Di Latte Extra

Espresso Macchiato – Il “Piccolo Nero” Con Schiuma Di Latte Extra

Il Trend Espresso In Primo Piano

L’Espresso Macchiato è disponibile in diverse varianti e con nomi diversi: dipende dal paese in cui lo si gusta. In linea di principio, è sempre il classico espresso italiano, che viene raffinato con un po ‘di latte. Di solito viene dall’ospite con un berretto di schiuma di latte. In breve: con l’espresso macchiato c’è schiuma bianca di latte sull’espresso.

Cos’è Un Espresso Macchiato E Come Si Prepara?

L’espresso macchiato si spiega rapidamente: un espresso con un po ‘di schiuma di latte “sopra”. Funziona in diversi modi, ci sono diversi modi per prepararlo e la qualità dell’espresso è determinante. La bevanda al caffè viene preparata nel modo classico dai chicchi appena macinati. Idealmente,  per questo è disponibile la  macchina per caffè espresso con portafiltro; la fine qualità si ottiene anche con una macchina da caffè completamente automatica ben calibrata. A tal fine si monta latte intero fresco e il più ricco possibile. Usa un cucchiaino per mettere la  schiuma di latte  al centro dell’espresso.

Il gusto speciale di questa variante di caffè deriva dal fatto che il grasso nel latte è un buon vettore di sapore: sviluppa i numerosi aromi dell’espresso e li modifica allo stesso tempo.

Qual È La Differenza Tra Espresso Macchiato E Latte Macchiato?

Entrambe le volte “macchiato”, tradotto come “latte contaminato” – la differenza non è solo nel recipiente per bere: tazza piccola o bicchiere per espresso macchiato e vaso alto per  latte macchiato  . Anche la quantità di latte e la preparazione sono diverse. Con l’espresso variante, una piccola quantità di latte viene aggiunto al classico preparato  espresso  . Con il latte, il focus è sul latte: viene versato con cura attraverso la schiuma di latte nel caffè nel bicchiere. Questo crea tre strati che sono anche visivamente piacevoli se preparati professionalmente.

Schiuma Di Latte – Filigrana Invece Che Ferma

Per quanto riguarda il rapporto tra marrone e bianco in questo tipo di preparazione, una cosa va considerata: la  schiuma di latte  è più leggera del caffè, metà della schiuma significa che il volume totale della bevanda raddoppia. La schiuma di latte viene riscaldata fino a un massimo di 65 ° C durante la preparazione, perché solo allora rimane flessibile e delicata – ed è esattamente come dovrebbe essere. È consentito versare un po ‘più di latte caldo. Finché c’è più  caffè  che latte in tazza, rimane un espresso macchiato: almeno così lo definiscono gli addetti ai lavori.

Chi decide su questo tipo di preparazione ha un problema: l’espresso macchiato richiede pochissima schiuma di latte. Con un portafiltro, la buona qualità non è inferiore a 200 ml, con una macchina da caffè completamente automatica non inferiore a 100 ml. Tuttavia, sono necessari solo 10-15 ml per tazza. Conviene servire un espresso macchiato a più ospiti contemporaneamente. Altrimenti, l’unica cosa che aiuta è la seguente: il latte caldo e schiumato è una bevanda gustosa e salutare.

Quando si cerca il fascino speciale dell’espresso macchiato, aiuta a ricordare di nuovo l’espresso “normale”. Inventato a Milano, durante la preparazione, l’acqua calda viene pressata ad alta pressione attraverso chicchi di caffè tostati scuri finemente macinati   .

Altri Paesi – Altri Nomi

Se c’è un piccolo sorso di schiuma di latte oltre ai circa sette grammi di caffè e circa 25 ml di acqua, il risultato è “Espresso Macchiato caldo”, in inglese: espresso caldo e macchiato. Esiste anche – a seconda della regione e della tradizione in Italia – sotto il nome di “Caffè Macchiato caldo”. Questa variante esiste anche con un sorso di latte freddo, quindi il caffè viene chiamato espresso in Italia o “Caffè macchiato fredo”: espresso macchiato freddo o caffè.

In Portogallo, il metodo di preparazione è chiamato “Bica pingada” ed è considerato una bevanda nazionale. La bevanda base Bica – tradotto letteralmente: versando – è la versione portoghese dell’espresso. Questo è il nome più comunemente usato a Lisbona. Il nome è anche un acronimo, un gioco di parole. Sta per “Beba Isto Com Açúcar”, in inglese: bevi questo con lo zucchero. Il termine ha avuto origine quando l’espresso del Café A Brasileira nel quartiere Chiado di Lisbona si è diffuso in tutto il paese. A quel tempo gli ospiti avevano un sapore troppo amaro, quindi hanno aggiunto lo zucchero.

In Spagna c’è anche l’espresso macchiato con un po ‘più di latte. Poi si chiama “Cortado” ed è disponibile in due versioni da tavola. Con latte intero normale come “Cortado naturale” o con latte condensato leggermente zuccherato con i suffissi “lechy” o “condensado”.

Le Isole Canarie al largo della costa occidentale dell’Africa, che appartengono alla Spagna, conoscono un’altra variante dell’Espresso Macchiato: “leche y leche”. Quando perfettamente preparati, vengono creati quattro strati che non sono solo un piacere per il palato, ma anche per gli occhi. Il “Cortado leche y leche” ha la schiuma di latte in cima, seguita dal latte caldo e dall’espresso leggermente brunastro. L’ultimo strato sul fondo è il latte condensato, che crea il contrasto finale in bianco.

Conclusione: Espresso – Ma Come Versione Morbida

L’espresso macchiato è la scelta giusta per gli intenditori di caffè per i quali l’ espresso puro e marrone  è  troppo forte. Puoi rimanere con quello – o continuare sulla tua strada per diventare un puro “amante dell’espresso”.

Maggiori Informazioni Sull’argomento

To read more on the topic, check our article: PREPARE ESPRESSO MACCHIATO – ESPRESSO MACCHIATO RECIPE – CAFFÈ MACCHIATO