L’espresso È Troppo Amaro? Soluzioni Per Un Espresso Equilibrato.
Is espresso too bitter?

L’espresso È Troppo Amaro? Soluzioni Per Un Espresso Equilibrato.

L’espresso che ti prepari a casa è ancora lontano miglia dal gusto della qualità dell’espresso che ottieni nel caffè di specialità della tua città? Il tuo espresso ha un sapore troppo amaro, troppo forte, bruciato e astringente? In questo articolo ti spiegheremo quale potrebbe essere la ragione per cui il tuo espresso ha un sapore così sgradevolmente amaro. Ti daremo anche soluzioni su come ridurre l’amaro nell’espresso.

L’espresso È Troppo Amaro? Un Chiaro Caso Di Sovraestrazione.

La sfida più grande nella preparazione dell’espresso è estrarre una bevanda equilibrata. Equilibrato significa che l’espresso deve avere un equilibrio tra acidità e amarezza. La bevanda dovrebbe avere la più alta dolcezza naturale possibile. L’equilibrio tra acidità e amaro può essere determinato con la velocità di estrazione, che può essere misurata con l’aiuto di un rifrattometro (misura la densità di un liquido).

La velocità di estrazione indica quanti ingredienti del caffè macinato sono stati rilasciati dal caffè durante il processo di preparazione. Il tasso di estrazione dovrebbe idealmente essere compreso tra il 18% e il 22%. Se il valore è maggiore del 22%, gli esperti  parlano di sovraestrazione . L’espresso avrà un sapore amaro, sgradevolmente intenso e talvolta persino bruciato. Poiché tu, come consumatore normale, di solito non hai un rifrattometro (prezzo: circa $ 1117) con il quale puoi determinare con precisione la velocità di estrazione, devi girare altre viti di regolazione per identificare l’amaro nell’espresso e quindi ridurlo .

Macina E Prepara Il Tempo

Se la macinatura dei chicchi è troppo fine, l’espresso colerà solo lentamente dal portafiltro durante l’estrazione, oppure si scaricherà dal portafiltro solo molto lentamente. Il getto rimane sottile durante l’estrazione e talvolta può anche interrompersi. Il tempo di contatto tra acqua e caffè macinato è, quindi, troppo lungo e dal caffè vengono rilasciate sostanze indesiderate come sostanze amare e acidi tannici. La soluzione al problema è semplice: devi impostare la macinatura del tuo  macinacaffè un po ‘più grossolana. Inoltre, fai attenzione al tempo. Quanto tempo impiega l’estrazione dell’espresso. Idealmente, il tempo di estrazione dovrebbe essere di circa 25-35 secondi.

Interrompi L’estrazione In Tempo

Anche se hai trovato la giusta macinatura e il tuo espresso è meravigliosamente cremoso dal portafiltro, puoi comunque “rovinare” l’espresso se non interrompi l’estrazione al momento giusto. Perché? Le sostanze amare vengono rilasciate solo al termine dell’estrazione dell’espresso. Puoi dire il momento giusto in cui l’espresso diventa ocra durante l’estrazione (“fase bionda”). Da questo punto in poi inizia la sovraestrazione e l’espresso perde la sua armonia e guadagna in amarezza. Se si lascia che l’espresso venga estratto oltre la fase bionda, l’espresso avrà un sapore troppo amaro. Nell’immagine seguente, puoi vedere molto bene che è avvenuta la fase bionda.

Suggerimento: controlla l’estrazione con un cronometro e una bilancia

Ti consigliamo di controllare il processo di estrazione con un cronometro e una bilancia digitale. È possibile controllare le due viti di regolazione della quantità di caffè macinato e della quantità di estrazione con l’aiuto di una bilancia. D’altra parte, una scala ti aiuta anche a riprodurre la ricetta del tuo espresso preferito più e più volte.

Sapore Amaro Dovuto Alla Tostatura Del Caffè Troppo Scura

Più scuri sono i chicchi tostati, più il caffè avrà un sapore amaro. Un’amarezza maggiore è accettata soprattutto nei paesi dell’Europa meridionale. I fagioli arrostiti nel sud Italia, ad esempio, sono spesso molto scuri. 

Il nostro consiglio: per la preparazione dell’espresso, usa tostature più leggere che hanno un sapore più acido e meno amaro. Si consiglia inoltre di acquistare chicchi di caffè espresso tostati delicatamente.

Temperatura Di Fermentazione

Se la temperatura di infusione è superiore a 96 ° Celsius, l’espresso avrà un sapore amaro e bruciato. Una temperatura dell’acqua troppo alta è responsabile del fatto che i fondi di caffè bruciano durante l’estrazione. Quindi assicurati che la temperatura di infusione sia compresa tra 88 e 94 ° Celsius.

E nel caso di  macchine per caffè espresso con scambiatore di calore , se la macchina viene accesa per un periodo più lungo, è necessario scaricare l’acqua prima della successiva erogazione dell’espresso fino a quando non esce più dal gruppo infusore sotto forma di vapore (“raffreddamento a filo “).

Acqua Troppo Dura

Se si utilizza acqua troppo dura per preparare l’espresso, l’espresso potrebbe avere un sapore troppo amaro. Gli aromi fruttati del chicco di caffè non vengono fuori quando si utilizza acqua troppo dura. Idealmente, l’acqua dovrebbe avere una durezza di 4-6 dH. Se l’acqua è troppo dura, non è possibile evitare di filtrare l’acqua del rubinetto per la preparazione di caffè ed espresso con un filtro per l’acqua standard, ad esempio un filtro per l’acqua da tavola BRITA. (puoi trovare la panoramica del prodotto e dei prezzi su amazon.com)

Una Percentuale Di Robusta Troppo Alta

Non è raro che una certa proporzione di Robusta (Coffea canephora) si trovi nelle miscele di caffè per espresso. Il caffè Robusta è noto per il suo gusto terroso, legnoso e talvolta amaro. Quindi controlla quanto è alta la proporzione di Robusta nella tua miscela. Un espresso fatto al 100% di Arabica avrà un sapore più fruttato, più acido e meno amaro (scopri di più sulle  differenze tra Arabica e Robusta  ).

Il Tuo Espresso È Troppo Amaro? – Sommario

Si avverte un sapore amaro sul retro della lingua. Qui puoi trovare un riassunto dei motivi per cui il tuo espresso ha un sapore troppo amaro:

· I fagioli sono stati macinati troppo finemente.

· Il tempo di estrazione / elaborazione era troppo lungo.

· La temperatura di infusione era troppo alta (oltre 96 ° Celsius).

· La pressione di erogazione della macchina era troppo alta (ben oltre 9 bar).

· La quantità di caffè macinato utilizzata è stata troppo alta.

· L’acqua utilizzata era troppo dura.

· I fagioli utilizzati erano tostati troppo scuri.

· La miscela di caffè era composta principalmente da Coffea Canephora (“Robusta”).

Conclusione

L’espresso che sa di amaro non è un grande piacere. Non è così difficile portare un espresso in un armonioso equilibrio di acidità e amarezza, anche senza l’uso di un costoso rifrattometro. Se la durezza dell’acqua è nella gamma morbida, puoi sperimentare con la macinatura, il tempo di estrazione, la temperatura di infusione, la tostatura e la miscela di caffè per ridurre al minimo l’amaro nel tuo espresso. E dopo poco tempo sarai sicuramente in grado di gustare un delizioso espresso tra le tue quattro mura.