Matcha Matcha O Caffè Caffè?

Matcha Matcha O Caffè Caffè?

Il tè matcha è attualmente sulla bocca di tutti nel vero senso della parola. La bevanda calda tradizionale giapponese a base di foglie di tè verde macinato sta ora guadagnando sempre più fan anche in questo paese e ha un’ampia varietà di forme diverse. Questo è un buon motivo per i nutrizionisti per dedicarsi più da vicino al Matcha. A tal fine, il viaggio ti porterà alle origini del fiore all’occhiello del tè verde. 

Matcha Matcha O Caffè Al Caffè

Il tè Matcha è senza dubbio una tendenza attuale. Un aumento percepito della propria vitalità è associato al bel colore verde. Se lo bevi, si dice che scateni un vero e proprio fuoco d’artificio di antiossidanti e anche di caffeina e dei suoi parenti teofillina e teobromina. Deve solo essere buono e salutare, giusto?

“Aspetta un minuto”, i lettori potrebbero prontamente pensare, “Ho già letto la stessa cosa sul caffè!” Sì, è giusto. Ecco perché andremo a fondo della questione qui, se i bevitori di caffè appassionati ora devono passare al matcha o se entrambi potrebbero andare d’accordo. E infine, ovviamente, vogliamo scoprire se devi bere del matcha o no.

Perché I Giapponesi Bevono Caffè Quando Hanno Il Miglior Matcha?

Il Matcha era accanto al caffè in cima all’agenda delle bevande calde e quindi abbiamo visitato una piantagione di tè con degustazione di tè al  dmatcha  a Wazuka, a circa 1,5 ore di auto da Kyoto. Immediatamente è stato detto: vai alla piantagione e raccogli le foglie di tè. Impari molto durante il processo. Il Matcha non è altro che tè verde finemente macinato.

La Raccolta Del Matcha

Uno dopo l’altro: ci sono esattamente tre raccolti di Matcha all’anno: all’inizio dell’estate, all’estate e alla fine dell’estate. Prima è il raccolto, maggiore è la qualità. Ciò è in gran parte dovuto ai raggi del sole! Provoca la scomposizione dell’amminoacido teanina (gli amminoacidi sono i componenti delle proteine) che si trova nella foglia di tè.

Il prodotto di degradazione risultante è chiamato catechina. Ha un sapore amaro che rende la nostra bocca astringente. Affinché l’effetto descritto non sfugga di mano, soprattutto nei raccolti tardivi, i cespugli di tè nel caso del Matcha sono coperti con teloni neri. In questo modo sono protetti dalla luce solare eccessiva. Dopo la raccolta, le foglie di tè vengono trattate con vapore caldo e quindi essiccate in modo che non inizi la fermentazione. Ciò significa che i batteri naturalmente presenti non possono sviluppare alcun effetto (fermentazione).

Non solo batteri e funghi sono resi difficili in questo modo. A seguito del trattamento a vapore avvengono nella foglia di tè reazioni chimiche determinanti per il sapore e l’aroma nonché per il successivo colore. La cottura a vapore e l’essiccazione avvengono in macchine speciali e forni di essiccazione e quindi richiede solo un breve periodo di tempo prima che le foglie di tè siano macinate. Le foglie di tè essiccate vengono poi macinate con un macinino. Ora viene eseguito automaticamente. Tuttavia, con una macinatura così fine che alla fine escono appena 40 grammi di polvere all’ora!

Il Momento Giusto Per Ogni Scopo

In breve, questo significa: piccole quantità e raccolta anticipata, lo stesso prezzo elevato. Questi tè matcha sono preferiti per le cerimonie del tè. Un rituale a cui viene attribuita una particolare importanza in Giappone, almeno dove viene praticato ancora oggi. Il raccolto medio viene scambiato per il consumo e il raccolto tardivo principalmente come ingrediente. Per darti solo un’idea approssimativa degli usi versatili del Matcha in Giappone, il seguente esempio potrebbe essere adatto: Nel Paese del Sol Levante c’è persino un Matcha Kit Kat che è stato colorato magnificamente di verde con il tè Matcha.

Se si confronta il processo descritto con quello di coltivazione e affinamento del caffè, ci si imbatte subito in diversi parallelismi: sia il matcha che il caffè vengono essiccati e macinati. Talvolta i chicchi di caffè vengono anche cotti a vapore per ridurre i livelli di acido clorogenico o altri ingredienti. Ma manca anche un passaggio di preparazione (con Matcha): la tostatura. Il tè Matcha non è tostato, ma è disponibile anche il tè verde “tostato”. A tale scopo vengono utilizzate foglie di tè della raccolta tardiva, che non sono state coperte con telone. Questo crea il suo aroma molto personale. Il tè verde viene tostato o macinato o semplicemente essiccato. Se è stato solo essiccato, potrebbe essere stato esposto alla luce solare. Il tè è quindi più amaro, ma contiene meno caffeina, meno aromi e anche meno sapore di umami (l’umami sa di brodo di carne). D’altro canto,

Quale È Meglio Ora: Matcha O Caffè?

Una buona domanda a cui non è possibile rispondere a tutti i livelli, ma con un orientamento un po ‘approssimativo puoi almeno sviluppare un’idea. Prima di tutto, due gruppi di ingredienti sono ancora una volta cruciali quando si tratta di effetti sulla salute. Caffeina e antiossidanti. Ora tutti sanno che i giapponesi non stanno invecchiando rispetto al resto del mondo solo per il caffè e le bevande, ma anche che entrano in gioco molti altri fattori (consumo di pesce, controllo sociale e in generale meno obesità; probabilmente i giapponesi semplicemente don mangiare oltre quella fame).

Ma: sicuramente non fa male sostenere un po ‘il corpo con il potere naturale delle piante. Nel caso del caffè, c’è una buona ricerca che mostra un effetto positivo nella prevenzione di molte malattie. Nel caffè, i coloranti di tostatura che si formano durante la tostatura, le cosiddette melanoidine, svolgono ancora un ruolo importante nell’effetto antiossidante. Il Matcha manca completamente di queste sostanze. Con il caffè, la caffeina e gli acidi sono tanto più efficaci quando vengono tostati da leggeri a medio-forti e macinati grossolanamente. Il grado di tostatura e macinatura offre quindi un certo margine di manovra qui.

Matcha O Tè Verde?

Rispetto ad altri tè verdi, anche il Matcha beneficia del processo di macinazione, perché i chicchi fini aumentano la superficie con cui l’acqua di infusione entra in contatto. E così, rispetto ad altri tè verdi, viene rilasciata più caffeina e più antiossidanti – per inciso, oltre alla caffeina, il tè contiene anche la teofillina e la teobromina, che altrimenti si trova anche nel cacao. Appartengono tutte alle cosiddette metilxantine e ognuna ha effetti diversi sulla funzione cardiaca, sulla tensione dei vasi sanguigni, sui reni e sui nervi.

La teobromina e la teofila si trovano nel tè verde e nel matcha in quantità significativamente inferiori rispetto alla caffeina, ma vengono anche scomposte ed escrete molto più lentamente. Quindi puoi lavorare più a lungo. Questa è una delle possibili ragioni per la reazione fisica più evidente ai tè matcha rispetto alle bevande al caffè che contengono solo caffeina. Quindi entrambe le bevande hanno i loro vantaggi e rimane una questione di gusto, che è unica per entrambe le preparazioni come le loro tradizioni e preparazioni.