Vietnam: Grande Coltivatore Di Caffè – Preparazione Insolita

Vietnam: Grande Coltivatore Di Caffè – Preparazione Insolita

Una piccola nazione è il secondo produttore di caffè al mondo: dopo il Brasile, il paese più popoloso e più grande dell’America Latina, il Vietnam è al secondo posto. Mentre il gigante Brasile ha esportato un totale di 35,7 milioni di sacchi (60 chilogrammi ciascuno) di caffè verde nel 2014, il Vietnam significativamente più piccolo ha esportato 24,8 milioni di sacchi nello stesso anno. Il centro della coltivazione del caffè è Buôn Ma Thuot, la capitale della provincia di Dak Lak, situata negli altopiani centrali del Vietnam.

Qualità Semplice E Prezzi Bassi

In questo  altopiano  con le  province vicine di Dak Lak di Kontum, Gia Lai e Lam Duong  , l’  80% del raccolto  cresce ad  un’altezza di  circa  600 metri . Il 95 percento del caffè coltivato in Vietnam è costituito da  chicchi Robusta . Questa non è di alta qualità ed è una varietà poco costosa rispetto  all’Arabica . Il governo reagisce a questo con una  restrizione quantitativa . Tutti possono coltivare caffè in Vietnam, ma l’area per questo ha un  limite massimo nazionale : si tratta di circa  630.000 ettari. Queste condizioni quadro assicurano che siano prevalentemente i piccoli agricoltori a piantare e raccogliere il caffè. La maggior parte dei proventi della coltivazione rimane con loro: il 95 per cento. Questo è molto più che in America Latina.

Il Vietnam è un  giovane Paese coltivatore di caffè  : la storia di successo di uno dei più importanti prodotti di esportazione del Paese è ricominciata con la  privatizzazione dell’industria . Costa circa 1.600 dollari USA per produrre una tonnellata di  caffè verde e può essere venduto sul mercato mondiale per circa 2.000 dollari.

Un Mercato Frammentato Dei Piccoli Proprietari

In Vietnam, i coltivatori di caffè  affittano  la terra dallo stato, di solito per 50  anni. Il governo consente un massimo di 1,2 ettari per famiglia, di cui si possono produrre in media 2,5 tonnellate di caffè. Questo pacco è la principale fonte di reddito per molte famiglie. “Qui gli agricoltori hanno avuto accesso a importanti fonti di informazioni fin dall’inizio, in particolare il prezzo del mercato mondiale”,  afferma Thomas Weiske, direttore del gruppo tedesco Neumann a Ho Chi Minh City (ex Saigon). L’azienda affina la raccolta del  caffè  in  Africa ,  Sud America  e Vietnam. Ci sono solo poche aziende statali con grandi piantagioni in Vietnam da cui i riciclatori possono acquistare allo stesso prezzo.

Il mercato frammentato dei piccoli proprietari per la coltivazione del caffè significa che i prezzi sono  molto individuali . I contadini usano il  raccolto di caffè  come un conto in banca. Vendono una parte quando hanno bisogno di soldi e sperano sempre in un prezzo alto e aggiornato. Il commercio diretto  è possibile con questa struttura su piccola scala. 

Come turista, esportare una quantità normale non è un problema. Il caffè vietnamita non ha un marchio con il quale prodotti di particolare pregio costruiscono la propria immagine di vendita. Si trova spesso nelle miscele e nelle offerte solubili della gamma caffè.

Sviluppo Storico Della Coltivazione Del Caffè

Nel  1860, il  caffè arrivò nel paese del sud-est asiatico con il potere coloniale francese. All’inizio del XX secolo, il ramo dell’industria si è sviluppato in un importante pilastro dell’economia. La  guerra del Vietnam,  tuttavia, ha distrutto molto, comprese le strutture della coltivazione del caffè. Quello che ancora funzionava fu distrutto dopo la fine della guerra nel  1975 da  una fatidica decisione del governo:  socializzare l’agricoltura . Con la correzione di questo errore undici anni dopo, negli anni ’90 sono state fondate grandi fabbriche di caffè industriali   . Il miglioramento dei metodi di irrigazione nella coltivazione ha contribuito alla rinascita di questo ramo dell’economia.

Gli agricoltori stanno attualmente soffrendo a causa del cambiamento climatico con l’aumento della temperatura media. Riduce le dimensioni delle aree su cui   prospera il chicco di caffè e porta a parassiti come la ruggine del caffè.


Fagiolo Frugale – Mix Economico

Le  condizioni climatiche  sono uno dei motivi per cui la  varietà Robusta  domina in questo paese. È frugale, resistente e prospera anche in cattive condizioni. In generale, la Robusta non è così equilibrata nel gusto e ha il  doppio della caffeina  rispetto alle varietà Arabica più fini . Tuttavia, si  possono osservare offensive di qualità da parte dei coltivatori di caffè più piccoli che si affidano alla produzione controllata e ai  chicchi di arabica .

I chicchi di caffè che un gatto mangia e poi espelle sono un tesoro particolare. Poiché questo gatto assomiglia a una donnola, la gente del posto parla di  caffè donnola . Si prepara con una  caraffa sottovuoto  che riscalda l’acqua dal basso. Da lì sale attraverso un tubo stretto nel contenitore di vetro con la polvere. L’aroma è  opaco, legnoso e delicato, ma molto caffeinato  . In un bar una tazza costa l’equivalente di circa  9,50 dollari .

Creazioni Speciali Di Caffè Dal Vietnam

In tutta l’Asia, un modo di  preparare il  caffè è che questo paese è noto come  caffè vietnamita  . Il caffè –  nero come la pece, forte e opaco  – è combinato con latte condensato zuccherato e denso. Nella caffetteria, gli ospiti lo prendono  in un bicchierino con latte pesante sul pavimento . Sopra c’è un contenitore di metallo con un filtro, dal quale il caffè gocciola nel bicchiere con il latte. Ad Hanoi, la capitale nel nord del Paese, il  caffè all’uovo è considerato un’offerta di qualità . Al caffè nero si aggiungono da due a quattro tuorli d’uovo, arricchiti con zucchero ed eventualmente sale. Nasce così una specie di torta  : cremosa, farcita e quasi un cucchiaio.

Conclusione

Il Vietnam è una giovane nazione produttrice di caffè specializzata principalmente nella varietà Robusta . Inoltre, molte   creazioni di caffè come il “caffè all’uovo” provengono da lì.